L'A.P.S. 
Il Parcheggio delle Nuvole,

nasce a Sanremo con l'intento di essere tramite creativo d'idee, collaborando con Istituzioni, Associazioni e Liberi Pensatori. Lo scopo principale è di creare rete nei diversi campi dell'arte e del sociale, per trovare un dialogo volto alla creazione di momenti d'interesse culturale e ludico.

lun

23

feb

2015

VIRUS - la conta degli infettati dall'evento parallelo al festival by Sanremo Rimasti

MORE (&) VIRUS

a Sanremo


   Dal 10 Febbraio a Sanremo e per il periodo del Festival è tornato in azione il Collettivo Sanremo Rimasti con due progetti artistici sia paralleli che in completamento al Festival di Sanremo: il primo tra questi è il progetto di integrazione e interazione artistica Virus,    dove il collettivo ha proposto il concetto di VIRUS a diversi creativi che, in accordo con il Comune di Sanremo, i Civ e tutte le categorie commerciali della zona che si estende da Piazza Bresca alla Pigna, hanno mescolato le diverse arti di Teatro Esposizioni Musica e Arte mettendole in relazione con gli spazi cittadini e tutte le persone e moti creati dal festival stesso.


   Mentre il secondo è stato il numero zero del periodico “MORE”, magazine di Teatro Esposizioni Musica e Arte, composto da: una rubrica eventi, uno spazio letterario"4 passi per Sanremo" (e la Saremo completa di festival, quotidiano, Virus, e anche di più), informazioni utilinotizie riguardanti tutti gli eventi collaterali del Festival, un ospite artista, uno speciale sul progetto Virus e sul collettivo Rimasti.

   Qui il resoconto del Collettivo stesso: "Il collettivo artistico I Rimasti, a seguito dell'evento Prospettiva Zero, infetta la città di Sanremo durante la settimana del festival, con il nuovo Progetto VIRUS, che ha trovato riscontri positivi su tutto il percorso di '4 passi per Sanremo' tra piazza Bresca e piazza dei Dolori.

   Il progetto prevedeva un'insolita installazione di amache con frutti letterari, per un uso ozioso ed alternativo degli spazi pubblici, una performance teatrale di tarocchi poetici, oltre ad una galleria d'arte diffusa per i locali e i negozi che hanno aderito all'iniziativa del collettivo Rimasti. Si ringraziano l'Amministrazione e i commercianti per il supporto, il caloroso pubblico e gli artisti che hanno aderito al progetto. 

   A sostegno dell'evento il collettivo ha prodotto l'anteprima del Magazine More, una nuova narrazione di Sanremo, che si propone di proseguire mensilmente andando a raccontare tutta la città."



Link al contatto fb del collettivo Sanremo Rimasti e alla pagina di Sanremo Rimasti

Link al numero zero di MORE

0 Commenti

gio

05

feb

2015

Quando l'arte diventa Virus



Uno degli allestimenti di
Prospettiva ZERO


   Dal 10 Febbraio a Sanremo e per il periodo del Festival torna in azione il Collettivo Sanremo Rimasti con due progetti artistici sia paralleli che in completamento al Festival di Sanremo. Il collettivo di artisti riuniti che ha già animato la città con l'eventoProspettiva Zero alza ancora il tiro con il progetto di integrazione e interazione artistica Virus.
   Da qui, le parole del collettivo.


Dopo il successo dell’evento Prospettiva Zero allo spazio Italo Calvino del 27 e 28 dicembre 2014, il neocollettivo Rimasti, formato da artisti e creativi sanremesi, organizza: progetto “Virus” e progetto “More”. Segui i RIMASTI, aggregati e leggi la loro RIVISTA su www.sanremorimasti.it


   Virus
   Una linea immaginaria attraversa la Sanremo del Festival e raggiunge la Sanremo vera, quella di tutti i giorni; una linea che il collettivo intende illuminare e diffondere, tramite un percorso dove le arti dialoghino a cielo aperto.

Il collettivo Sanremo Rimasti
   Si tratta di un Virus che infetti la città attraverso Teatro, Esposizione, Musica e Arte, creando un ponte tra le due realtà: un progetto (T.E.M.A.) en plain air, con il coinvolgimento degli artisti che si sono avvicinati ai Rimasti durante l’eventoProspettiva Zero, il 27 e 28 dicembre 2014 presso gli ex magazzini ferroviari Italo Calvino.
   Il collettivo ha proposto il concetto VIRUS a diversi creativi che, attraverso la propria forma d’arte, diffonderanno un virus rigeneratore, in accordo con il Comune di Sanremo, i Civ e tutte le categorie commerciali della zona che si estende da Piazza Bresca alla Pigna.
   Nello specifico si propone un sistema di installazioni, performance, quadri, fotografie e reading che diventi percorso artistico ed interagisca con gli eventi collaterali legati al Festival della Canzone di Sanremo.

Un allestimento per Prospettiva ZERO
   Lungo l’asse che collega Piazza Bresca, Piazza Cassini e la Pigna, passando per via Gaudio, via Matteotti e via Cavour, verranno collocati, in luoghi concordati con il Comune: arredi insoliti per promuovere la sosta ed incuriosire i passanti (3 amache collocate in piazza Bresca, fissate agli alberi di Bergamotto, corredate di libri appesi ai rami con corde, come frutti letterari, da consumare dondolando placidamente e pouf realizzati con materiali di riciclo, somiglianti a virus colorati, per sedersi e conversare, ammirare un’opera esposta); cavalletti lungo la strada con opere pittoriche, grafiche o fotografiche; una tenda dei tarocchi con performance teatrale all’interno; giocoleria e live art;  momenti musicali; produzioni artistiche e di design all’interno dei locali commerciali disponibili un allestimento luminoso lungo il percorso che collega via Palazzo a p.za dei Dolori, pensato in collaborazione e sostegno al dj set previsto in piazza dei Dolori il 13 e 14 febbraio.
   Si sottolinea che tutti gli arredi ed allestimenti saranno facilmente smontabili, non comporteranno né degrado, né modificazioni permanenti agli spazi utilizzati.
   Inoltre si assicura che l’allestimento verrà esposto solo durante gli orari concordati
con gli Uffici Comunali.

Artisti in collaborazione per il progetto “Virus”
Luca De Rinaldo – Giocoliere
Luna Manca – performance teatrale – tenda chiromante
Installazione Ama ke Susanna Ivaldo e Macrina Binotti (membri del collettivo)
Arredi urbani a forma di virus del collettivo Rimasti
Fade con lampade artistiche
Giuseppe Murzio TINK lab
Poesie di Francesco Basso lette da Pamela Pepiciello
Iba installazione quadri
Fabrizio Lombardo installazione luminosa
Christian Gullone (membri del collettivo)
Adventures Sanremo dall’aperitivo all’una 13 e 14 in piazza dolori
Percorso luminoso del collettivo Rimasti dall’arco di v. Palazzo a Piazza dei dolori
Mattia Maio
Fabio Lupi (membri del collettivo)
quadri di Andrea Moresco (membri del collettivo)
Marta La Veneziana
Foto di Valentina Di Donna (membri del collettivo)
Foto di Marco Agati


   Progetto "More"
   In occasione del Festival di Sanremo è prevista anche l’anteprima del numero zero di “MORE”magazine di Teatro Esposizione Musica e Arte, composto da: unarubrica eventi, uno spazio letterario4 passi per Sanremoinformazioni utilinotizie riguardanti tutti gli eventi collaterali del Festival, un ospite artista, unospeciale sul progetto Virus e sul collettivo Rimasti.
   More nasce dall’esigenza di valorizzare gli eventi artistici e culturali in Sanremo e dintorni, raccogliendoli in un memo tascabile che i turisti, i viaggiatori ed ognuno di noi, possa portare con sé e consultare, vivendo la dimensione cittadina in modo più dinamico.
   Il magazine non vuole essere un periodico commerciale, ma un rivelatore di realtà e identità locali che spesso rimangono celate.

Link alla pagina fb del collettivo Sanremo Rimasti
Link all'evento fb VIRUS
Link al numero zero di MORE
0 Commenti

4 Time Theatre - Il Teatro in 4 atti

4 volte Teatro, 4 volte Occasione

Sanremo è sempre stata la cittaà dei fiori e della musica, ma queste non sono le uniche realtà che la animano. Quest'anno Sanremo sarà anche la città del Teatro Contemporaneo e di Performance, grazie a 4 Time Theatre, il ciclo di quattro workshop organizzati da Il Parcheggio delle Nuvole e dal Teatro Impertinente. Gli incontri si terranno tutti nella sede usuale del Parcheggio delle Nuvole a San Martino in Corso Cavallotti, nei saloni parrocchiali della Chiesa delle Mercede.

Dal primo week-end di Febbraio si succederanno mensilmente quattro occasioni di incontro con alcuni dei diversi tipi di teatro esistenti sul territorio nazionale, presentati da alcuni dei maggiori esponenti.

 

Ecco la composizione del ricco programma:

 

Giovanni Berretta
Giovanni Berretta

1/2 Febbraio - PREX - Un week-end di performing art a cura di Giovanni Berretta, che riporta l'ultimo periodo di lavori della Compagnia Ordinesparso in questo workshop sulla preghiera come momento di incontro e creazione anche artistica e teatrale. Il tema della preghiera, del rapporto con essa, che cosa sia, come nasce dal corpo, come ponte tra le persone, sarà il fulcro del primo laboratorio di 4 Time Theatre.

 

Eugenio Galli
Eugenio Galli

8/9 Marzo - WEEKIMPRO' - Un week-end tutto da improvvisare. Sinergia, collaborazione, fiducia e tanta voglia di divertirsi, assolutamente tutti insieme. In questo workshop verranno insegnati alcuni trucchi utili ai fini di una improvvisazione, trucchi che verranno sperimentati e sviscerati sul campo, sotto la guida sapiente (ed imprevedibile!) di Eugenio Galli.

 

Luca D'Addino
Luca D'Addino

5/6 Aprile - SOGNO DI UNA NOTTE DI MEZZA ESTATE - A cura di Luca D'Addino. Sarà un week-end che solo a prima vista sembrerà trattare di teatro come normalmente si può intendere. Il testo è qui utilizzato come motore, come punto di partenza per un viaggio che non è di interpretazione, ma di creazione di un sogno collettivo.

 

Antonella Usai
Antonella Usai

10/11 Maggio - IL RITMO CHE CREA - La danza indiana del Baratanatyam non è mai stata così vicina, grazie ad Antonella Usai. Una riflessione in movimento tra gesto e simbolo, danza e filosofia, una finistra su una cultura che pare a noi un mondo fantastico in cerca del punto primo di contatto: la relazione fra corpo e spazio. Workshop propedeutico. A cosa? A tutto.

 

Quattro incontri per affacciarsi ad un mondo in continua evoluzione come quello del teatro Contemporaneo e della performance, un grande e ricco mondo che da anni si assume il piacere ed il rischio di riportare e creare teatro nel suo luogo naturale: tra la gente. Perché il teatro è sempre tra e in noi, e quest'anno lo sarà quattro volte di più. 

 

 

4 TIME THEATRE E' QUATTRO VOLTE OCCASIONE RARA

VI ASPETTIAMO NUMEROSI!

 

 

Per maggiori info: 389 02 30 544

 

4 time theatre - il teatro in 4 atti

Ed ecco a voi in anteprima il pieghevole dei Corsi che faremo EXTRA 4 Stage 
Prezzi popolari, aperti a chi vuole avvicinarsi al nostro Teatro!

Cliccate per vedere il Pieghevole con tutti i nostri corsi: 

 

 

http://www.youblisher.com/p/799266-Four-Time-Theatre/ 

 

 

Si parte Il primo Week End di Febbraio con il Grande GIOVANNI BERRETTA e il suo PREX

eccone un'anteprima: 
 

 

 

 

Sanremo: Concluso il Primo workshop con Giovanni Beretta

 

 

 

 

 

 

Concluso 'Prex', il primo incontro del 1° e 2 Febbraio di '4 Time Theatre', il primo workshop di 4, tenuto da Giovanni Berretta della compagnia Ordinesparso di Sarzana, nei saloni parrocchiali della chiesa della Mercede a San Martino (Sanremo), si è concluso con un grande successo, maggiore rispetto a quello preventivato, a dimostrazione di ciò il folto pubblico giunto per la 'dimostrazione' o 'chiusura aperta' del laboratorio svoltasi domenica sera alle sette.

Pubblico che è uscito poi dalla sala in alcuni casi anche commosso. Il primo dei quattro eventi organizzati dal Teatro Impertinente e dal Parcheggio delle Nuvole, nella sede di quest'ultimo, si è quindi rivelato un inizio con il botto, anche per i temi: la riflessione sulla preghiera come azione artistica ha portato subito al tema della rivoluzione. Ma cosa è oggi la rivoluzione, in una società la cui radice dei problemi sta tutta nell'anaffettività? L'amore. Ed è già interessante il modo con il quale si è giunti, tutti insieme, a tale ragionamento: con il corpo. Di questo breve discorso non una parola è stata detta, è stato tutto agito e svolto sul campo, ritradotto a parole solo quando necessario e per delineare i contorni di un ragionamento già fatto.

La rivoluzione oggi è "conoscere e imparare l'Amore", questo diceva la frase regalata al pubblico, che ha prima assistito ad alcuni esercizi e realizzazioni del nutrito gruppo di partecipanti e ha poi direttamente agito e festeggiato con loro, ritrovando un assaggio di Amore a tutto tondo, quello con la A maiuscola. Ora '4 Time Theatre' si proietta verso il secondo workshop (stesso luogo e modalità) che si svolgerà l'8 e 9 marzo: 'WeekImprò!', con Eugenio Galli, due giorni per diventare un poco 'Imprò'.